LO ZINCO PUÓ ESSERE EFFICACE NELLE INFEZIONI DA STREPTOCOCCO

Uno studio australiano svela i dettagli dell’azione antibatterica dello zinco.

streptococcus_pneumoniae_2A settembre 2013 sulla rivista Nature Chemical Biology, un gruppo di ricercatori australiani ha posto in evidenza che lo Streptococco pneumoniae, batterio che ogni anno fa più di un milione di vittime fra i soggetti più deboli che hanno a che fare con polmonite, meningite e altre gravi infezioni – ha ora un nuovo agguerrito nemico: lo zinco. I ricercatori hanno infatti scoperto che.. Continua a leggere

PER L’ANSIA E L’INSONNIA SONO EFFICACI I FARMACI OMEOPATICI

L’omeopatia può essere d’aiuto nel trattamento dei disturbi d’ansia e del sonno, due tipi di problemi che sono in genere strettamente legati:
insonnia infatti è spesso derivata proprio da un problema di ansia che rende difficile, se non impossibile, prendere sonno. Non dormire, poi, può a sua volta aumentare i sintomi ansiosi in un circolo vizioso da cui è difficile venirne fuori. Continua a leggere

I RIMEDI OMEOPATICI: UN SALVAGENTE PER I FASTIDIOSI DISTURBI INTESTINALI ESTIVI

Ogni estate il cibo in eccesso, le bevande ghiacciate e l’eccessiva esposizione al sole possono irritare le mucose digestive creando frequentemente fastidiosi e dolorosi disturbi intestinali. Infatti è noto che  sia al mare, che in montagna, siamo esposti per molte ore al sole cocente, inoltre al mattino la colazione è un po’ più abbondante del solito, spesso a pranzo si mangia poco, si salta addirittura per non appesantirsi in previsione dei bagni o delle passeggiate e la sera, per compensare, si finisce col fare pasti troppo abbondanti, seguiti ad ora tarda da alcolici o da bevande fredde. Vediamo allora come intervenire “al naturale” per evitare gli spiacevoli inconvenienti in cui possiamo incorrere, comprese le temibili e pericolosissime congestioni.

I rimedi omeopatici per digerire meglio: 

STANCHEZZA PRIMAVERILE: CURIAMOLA IN MODO EFFICACE CON L’OMEOPATIA

L’arrivo della primavera e il risveglio della natura sono molto spesso       fiori_primavera_sole_20110407 da sonnolenza, svogliatezza, calo di concentrazione e produttività che coinvolgono tanto la sfera fisica che quella psichica. La stanchezza primaverile, dunque, non è un falso mito e, come ha recentemente affermato il Professor Claudio Mencacci, presidente della Società Italiana di Psichiatria (SIP) e Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano,interesserebbe almeno 2 milioni di Italiani, con una frequenza  6 volte superiore per il sesso femminile e   Continua a leggere

OMOTOSSICOLOGIA: DA HAHMEMANN A RECKEWEG

RECKEWEG 1Hans Heinrich Reckeweg, giovane, appassionato e intraprendente medico di Berlino, intravede nelle moderne scienze, Biochimica ed Immunologia in particolare, le chiavi di lettura per spiegare i principi hahnemanniani su cui si fonda l’Omeopatia e afferma:”…Un giorno costruirò un ponte tra l’Omeopatia e l’Allopatia“.
Nel 1952, il “ponte” fu realizzato: nasceva l’Omotossicologia Alcuni hanno definito l’Omotossicologia “Omeopatia del 2000″. Continua a leggere

OMEOPATIA: BREVE RIEPILOGO STORICO

HahnemannIl padre dell’omeopatia è CHRISTIAN SAMUEL FRIEDRICH HAHNEMANN (1755 -1843), medico nato a Meissen in Sassonia. Dopo alcuni anni di lavoro si rende conto dell’inefficienza delle tecniche terapeutiche dell’epoca a tal punto da dichiarare ai pazienti in attesa delle sue cure: “…amici miei, potete andarvene da qui, io non so alleviare le vostre sofferenze, non sono capace di guarirvi e non voglio rubare il vostro denaro”.

Da quel giorno non esercita più come medico,   Continua a leggere